close
LIFESTYLE

Giornata mondiale della poesia #VikingWorldPoetryDay.

Giornata mondiale della poesia #VikingWorldPoetryDay.

Il 21 marzo è la Giornata Mondiale della Poesia, una ricorrenza istituita dall’UNESCO e volta a celebrare una delle forme espressive più belle ed antiche utilizzate dall’uomo. Molti poeti hanno scritto poesie sulla Poesia, cogliendone tutta l’essenza e la bellezza e facendo sì che quelle sensazioni da loro provate siano potute arrivare fino a noi in modo nitido e diretto.

Giornata mondiale della Poesia: come quando e perché nasce

Giornata mondiale della poesia #VikingWorldPoetryDay.

La Giornata Mondiale della Poesia è stata istituita nel 1999 per promuovere e far diffondere la poesia, troppo spesso sottovaluta. Per tale motivo, l’UNESCO ha istituito questa giornata con l’intento di valorizzare questa forma di comunicazione così universale. I componimenti poetici hanno la capacità di comunicare con tutti non solo con il senso delle parole, ma anche attraverso la loro musicalità.

Sapete che la Poesia è patrimonio dell’UNESCO?! Proprio perché è in grado di andare oltre i confini, le lingue e le differenze, portando con sé un ideale di bellezza che diventa globale.

Giornata mondiale della Poesia: quali sono i benefici della scrittura

Giornata mondiale della poesia #VikingWorldPoetryDay.

Da un punto di vista puramente fisiologico, scrivere fa bene al cervello. É stato dimostrato che i movimenti sequenziali che avvengono quando si scrive migliorano l’attività nella materia grigia del cervello, rafforzando la memoria e le funzioni emotive. Per cui, scrivere su un pezzo di carta, può essere un modo più efficace di esprimere idee piuttosto che semplicemente digitare sulla tastiera. La scrittura può essere vista anche come un’esperienza catartica, un modo di cacciare fuori ciò che si ha dentro. Si dice che il tempo curi le ferite, ma è stato accertato che scrivere può letteralmente aiutare a guarire anche le ferite fisiche. 

Uno studio condotto in Nuova Zelanda ha portato alla luce che quando un gruppo di persone venivano sottoposte a biopsia cutanea con conseguenti piccole ferite, metà dei partecipanti alla ricerca che compilavano diari nelle settimane successive alla procedura effettivamente guarivano prima di quelli che invece non lo facevano.

Giornata mondiale della Poesia: l’eredità della scrittura

Per molte persone l’avvento del computer si è imposto come principale strumento di scrittura, anche se vari scrittori professionisti credono ancora ciecamente nelle classiche carta e penna. Molti di loro ancora scrivono libri interi a mano, come ad esempio JK Rowling e Graham Greene. Greene una volta ha detto: “Le mie due dita su una tastiera non si sono mai connesse col mio cervello. La mia mano su una penna sì”. C’è qualcosa di viscerale nell’uso della penna che molti scrittori non riescono a ricreare con una tastiera.

Uno dei molti benefici dello scrivere vs. il digitare è l’abilità di vedere i propri processi mentali messi sulla pagina. Quando si digita qualcosa, si può cancellare e riformulare una frase, ma una volta cancellata, si perde il percorso del pensiero che aveva condotto a quel punto all’inizio. Con carta e penna, si può cancellare con un segno, ma la sequenza è sempre lì sulla pagina per essere rivista in seguito. Mentre le Revisioni in programmi come Word sono usate più comunemente oggi e possono aiutare ad affrontare la questione, non si tratta comunque dello stesso percorso visivo che avviene con la parola scritta.

E’ bello ritagliarsi un pò di tempo, prendere carta e penna ed esprimersi appieno.

Per festeggiare al meglio questa ricorrenza, VikingItalia ha realizzato un contest molto creativo con la vostra poesia preferita. inserendo l’ hashtag: #VikingWorldPoetryDay potreste partecipare anche voi.

Vi propongo una bella poesia sulla Poesia.

La poesia è il salvagente
cui mi aggrappo
quando tutto sembra svanire.
Quando il mio cuore gronda
per lo strazio delle parole che feriscono, dei silenzi che trascinano verso il precipizio.
Quando sono diventato così impenetrabile
che neanche l’aria
riesce a passare.
(La poesia è il salvagente – Khalil Gibran)

E la vostra qual’è?

Curiosa di conoscerla…

Tags : BENEFICI SCRITTURABLOG LIFESTYLEDREAMSWITHLAFRAFRANCESCA ROMANA SEPEGIORNATA MONDIALE DELLA POESIALIFESTYLELIFESTYLE BLOGGERLIFESTYLE BLOGGER ITALIAPOESIASCRITTURASCRIVEREUNESCO
Francesca Romana Sepe

The author Francesca Romana Sepe

Francesca Romana Sepe, una giovane donna, creativa e sempre con la testa fra le nuvole. Amante dell'arte in ogni sua forma d'espressione. Grande appassionata di fotografia. Web Influencer, Fashion-Beauty-Lifestyle-Travel Blogger, MakeUpArtist, Beauty Consultant. Una donna dalle mille passione, sempre a caccia delle ultime tendenze, anche se poi tende a fare sue solo quelle che più le si addicono come ogni IT GIRL che si rispetti. Ama viaggiare, cucinare, scrivere. DREAMSWITHLAFRA BY FRANCESCA ROMANA SEPE è uno spazio virtuale dove si trovano idee, suggerimenti, consigli, outfit, recensioni, racconti di eventi e tutto ciò che ruota attorno al mondo della moda.

Leave a Response

* Questo form raccoglierà il tuo nome, la tua email e il contenuto del messaggio così che noi possiamo tenere traccia dei commenti postati sul nostro sito web. Per maggiori informazioni controlla la nostra privacy &cookies , dove troverai info su dove, come e perché noi conserviamo i tuoi dati

*

Ho letto e acconsento alla Informativa Privacy & Cookies