close

FOOD-BEVERAGE

Categoria: Food-Beverage

Su Dreamswithlafra alla categoria: Food-Beverage troviamo: il meglio dell’industria e della distribuzione alimentare; recensioni su prodotti alimentari; ricette deliziose; news sul mondo del food; dossier; case history. Interviste ai protagonisti del Food-Beverage  e tanto altro ancora…

  • News
  • Ricette
  • Vini
  • Gusto
  • Come ricevere: idee e suggerimenti
  • Recensioni Prodotti

Cosa rende speciale uno sfilatino? O il merluzzo in casseruola? Preferisci il caffè solubile o in cialde/capsule? Su Dreamswithlafra troverai mix di semplicità e innovazione. L’ingrediente che ci sta da dio, la ciotolina giusta. Le erbe e le spezie migliori. Cibi abbinati nel migliore dei modi. Notizie e curiosità sulla cucina. Inchieste e info sull’alimentazione. Gastronomia. Ricette.

Cibo: alimento, nutrimento, alimenti, vivande, vettovaglie, vitto, piatto, pietanza.

Si definisce alimento ogni sostanza in qualsiasi stato della materia e struttura non lavorata, parzialmente lavorata o lavorata, destinata  a essere ingerita, o di cui si prevede ragionevolmente l’ingestione da parte dell’essere umano. Sono comprese le bevande, le gomme da masticare, le caramelle e qualsiasi sostanza, compresa l’acqua, intenzionalmente incorporata negli alimenti nel corso della loro filiera produttiva. 

Non sono compresi mangimi destinati agli animali, gli animali vivi (eccetto quelli destinati al consumo umano), i vegetali prima della raccolta, medicinali, cosmetici, tabacco, stupefacenti, residui e contaminanti.

FOOD-BEVERAGE

Quale olio extravergine d’oliva comprare

Amoretti quale olio extravergine d'oliva comprare

L’olio è una sostanza grassa  che si ottiene dalla spremitura di alcuni frutti o semi, impiegata per l’alimentazione fin dall’antichità. Tutti gli oli sono ugualmente grassi e tutti contengono 9000 Kcal a litro: fanno quindi ingrassare allo stesso modo. L’olio d’oliva viene estratto per pressione dalle olive, i frutti dell’olivo. Una volta raccolte, selezionate e lavate, le olive vengono frantumate fino a formare una pasta omogenea, che viene sottoposta ad una prima spremitura, da cui si ottiene l’olio più pregiato, quindi a una seconda spremitura e centrifugazione. Si passa poi al filtraggio. La parte solida restante(buccia e noccioli) è detta sansa: da essa si ottiene, con l’aiuto di solventi chimici, l’olio di sansa.

(altro…)

CONTINUA A LEGGERE